Risultati delle elezioni comunali: Demis Fumasoli riconfermato!

m_9wmx

Lunedì 11 aprile sono arrivati i risultati delle elezioni comunali di Lugano, per quel che riguarda il Consiglio Comunale. La sezione luganese del PC si complimenta con il candidato Demis Fumasoli, il quale è stato rieletto con uno strepitoso risultato: 1420 voti preferenziali! 395 voti in più se si confrontano questi con quelli del 2013. A Demis l’augurio di una buona e fruttuosa legislatura in CC.

Per quel che riguarda Edoardo Cappelletti, egli ha ottenuto 968 voti personali, ed è, considerato il posto vacante dato dal municipale eletto, il primo subentrante.

In generale, siamo comunque contenti del fatto che tutti i candidati, rispetto al 2013, sono riusciti ad aumentare i proprio consensi personali. Ciò significa che il lavoro svolto è stato ripagato, e che bisogna essere spronati a fare ancora meglio in futuro!

Annunci

Bilancio positivo dell’unità realizzata a sinistra con il PS

A seguito dell’inaugurazione della legislatura 2013-2016, avuta luogo martedì con l’insediamento del Consiglio comunale, la sezione Luganese del Partito Comunista (PC) si è riunita per trarre un bilancio sugli attuali equilibri politici cittadini e definire le sue progettualità all’interno del legislativo. Rilevati alcuni dei principali problemi della città, come la necessità di instaurare un rapporto egualitario fra i diversi quartieri e rafforzare la prossimità al cittadino, i comunisti locali rimarcano così l’urgenza del promovimento di una politica sociale in grado di rispondere agli effetti della crisi.

Continua a leggere

I comunisti di Lugano pronti per le elezioni comunali

La sezione di Lugano del Partito Comunista si è riunita mercoledì 23 gennaio per approvare la lista di candidati che correranno per il Consiglio Comunale come anche il programma elettorale che ne orienterà l’azione politica. Analogamente, ribadiamo che come comunisti abbiamo sino in fondo insistito per l’unità della sinistra, che si è cementificata in una lista unitaria con il Partito Socialista al cui interno sarà presente un nostro candidato all’Esecutivo e nella quale l’identità comunista sarà comunque mantenuta.

La lista dei candidati in lizza per questa tornata elettorale è eterogenea e rispecchia quelle che sono le diverse realtà della città di Lugano: a figurare l’importanza della multiculturalità vi saranno Yasar Dastan e Hursit Kasikkirmaz, entrambi cittadini di origine straniera; mentre nel rappresentare le realtà periferiche di una Lugano sempre più estesa, si presenterà Demis Fumasoli, proveniente da un comune di recente aggregazione quale Cadro e già consigliere comunale in loco. Il più veterano del gruppo sarà invece Alessandro Valli, impegnato nel settore sociosanitario, che reduce di anni di attiva militanza si batte ancora con dedizione per i diritti delle fasce più deboli della popolazione. Nella lista si leveranno però anche voci giovani, fra cui quella di Stefano Araujo, studente universitario, il quale intende lottare per una città più equa e solidale in un periodo di acuta crisi aconomica. A chiudere il cerchio è il giovane Edoardo Cappelletti, responsabile del Partito Comunista a Lugano e sindacalista studentesco, che con i suoi 18 anni intende portare la voce della gioventù e delle classi popolari sul piano politico: Cappelletti sarà candidato sia al Municipio sia al Consiglio Comunale.

Il Partito Comunista, che correrà affiancato dal Partito Socialista, sottolinea la necessità di costituire una progettualità propositiva e di alternativa sociale che possa contrastare, oltre che la dannosa continuità di una politica liberista, anche le derive populiste della politica locale. In tal senso, il programma dei comunisti sarà quindi ben impiantato sulle esigenze concrete dei cittadini e sullo sviluppo sociale della città di Lugano: migliorare e rendere più accessibile il trasporto pubblico, promuovere gli spazi giovanili di aggregazione, potenziare gli asili nido, favorire l’integrazione delle periferie al centro urbano e rispondere in senso popolare alla crisi della piazza finanziaria, sono infatti i punti cardine della nostra politica comunale.

Sezione Luganese del Partito Comunista

I comunisti sono pronti a soccorrere i compagni socialisti!

La decisione di Patrizia Pesenti di ritirarsi dalla corsa al Municipio di Lugano fa chiarezza. Le avevamo chiesto, come Partito Comunista, di ritirarsi dal gruppo di lavoro “Area” pagato dalle FFS per smantellare le Officine di Bellinzona, ma evidentemente lei ha deciso che tale incarico, al fianco del padronato e della direzione aziendale, sia più importante della lista unitaria della sinistra luganese.

Speriamo ora che si riescano a sostituire al più presto i posti mancanti in lista, anche perché la campagna elettorale è già iniziata e occorre lavorare a ranghi serrati per impedire un’ulteriore sterzata a destra della Città, avanzando cioè proposte progressiste sulla base di un vero programma unitario ma pure di alternativa. Un secondo candidato in quota comunista potrebbe quindi a questo punto essere avanzato, qualora ciò potesse aiutare il Partito Socialista e il fronte progressista.

Sezione Luganese del Partito Comunista

La base del PS di Lugano approva la proposta unitaria del PC

In relazione alla recente assemblea del Partito Socialista in vista delle elezioni comunali di Lugano, il Partito Comunista comunica la sua soddisfazione per la decisione della base socialista di fare un’alleanza con il nostro partito nell’ottica dell’unità della sinistra, come da noi sempre auspicato sulla scorta dell’esperienza di Bellinzona e nonostante le chiusure inizialmente paventate dal gruppo dirigente socialista. La base socialista ha dimostrato un importante spirito combattivo e unitario di cui ci rallegriamo e che sta alla base di un buon lavoro comune per sconfiggere le destre.

 Il Partito Comunista rifiuta la linea politica della subalternità: non è quindi il PS ad essere “generoso” offrendoci un posto nella lista per il Municipio, ma tale presenza era una delle condizioni poste dai comunisti in molti comuni per costruire, da pari a pari, una lista di sinistra unitaria in cui la cultura comunista e la cultura socialista possano convivere nel rispetto delle singole identità per impedire la deriva reazionaria della Città di Lugano che vedrà con ogni probabilità contendersi un’egemonia liberista con un’egemonia leghista, entrambe nefaste. È altresì vero che i comunisti non sono da considerare ”ospiti” nella lista del PS, bensì una componente che contribuisce -insieme ai socialisti e con la medesima legittimità- alla costruzione di una progetto politico unitario e di giustizia sociale.

Il Partito Comunista ha indicato come proprio candidato al Municipio un giovane 18enne, Edoardo Cappelletti, molto attivo nel movimento studentesco e sindacale. Lo affiancheranno per il Consiglio Comunale altri nomi in quota comunista. Il nostro partito dimostra di saper contribuire non solo in modo determinante all’unità della sinistra con le proprie peculiarità, ma anche di voler operare concretamente sui problemi immediati della popolazione, in questo fortemente influenzati dal nostro profondo ringiovanimento.


Sezione Luganese del Partito Comunista